Skip to Navigation

The Story-Faced Man {Album Lyrics}

  • Non trattare

    Non trattare
    Non trattare.........la tua fede non trattare
    Non trattare
    Non ti frantumare
    O il peccato ti renda mortale (e mantieni l’unità)
    Non ammazzare
    Se non nel mio nome
    O il sangue che hai versato ricada su di te
    Non trattare..
    Non ti soffermare
    Abbi cura del timore
    Se non chiedi non ti sarà dato
    Se non cerchi non sarai trovato
    Non sappia la tua destra
    Che fa la tua sinistra
    Non gettare le tue perle ai cani,
    A chi non vede
    Affinchè non ti sbrani
    Per amore verrà divorato
    Chi all’amore in pasto si è dato
    In Babilonia la gran prostituta
    Che ha bevuto del sangue dei profeti
    Osso con Osso
    Dente con Dente
    Empio con Empio
    Lo disperda il vento
    Eccolo l’empio
    Che viene
    Gonfio d’orgoglio
    Chiomato come un cedro del Libano
    Guardali Signore
    Latrano come cani
    Vengono la sera
    Son tutt’intorno alla mia casa
    Ma tu che sei la mia forza e la grazia
    Sii tu la mia roccia
    Arma del mio braccio
    Nel tuo amore mi farai avanzare
    Distruggili Signore
    Signore delle schiere
    Distruggi i miei nemici
    Come loro distruggono me
    Siano presi al laccio
    Della loro superbia
    Sian come lumache
    Che consuman camminando
    Spezza i loro denti
    Non vedano più il sole
    Come aborto di donna
    Non vedano la luce
    Colpiscili, disperdili
    Finchè nel sangue dell’empio
    Mi laverò i piedi
    Così l’Angelo coglierà la vigna
    Nel tino dell’ira
    Lì li pigerà,
    Lì li vendemmierà
    Finchè il sangue arrivi fino al morso
    Per 40000 cubiti, 60000 stasimi
    Bruceranno nel lago di zolfo
    La città della gloria non sarà
    Per chi non ha creduto
    Perciò non trattare
    Non trattare
    La tua fede non trattare
    E intanto
    Nei giorni che hai contati
    Nel niente sotto il sole
    Nel niente sotto il sole
    A mascellate d’asino
    Difenderai il tuo cuore

    ---

    Do not bargain
    Do not bargain ... do not bargain away your faith
    Do not bargain
    Do not shatter yourself
    Or may sin make you mortal (And make sure you keep your unity)
    Do not kill
    Except in my name
    Or may the blood you have shed fall on you
    Do not bargain...
    Do not linger
    Take care of fear
    If you do not ask it will not be given
    If you do not seek you will not be found
    May your right hand not know
    What your left one is doing
    Do not throw your pearls to dogs,
    To those who cannot see
    Lest they tear you apart
    Anyone who feeds himself to love
    Will be devoured by love
    In Babylon the great whore
    Who drank the blood of the prophets
    Bone with bone
    Tooth with tooth
    Godless with godless
    May the wind scatter him
    Here is the godless one
    Who comes
    Swollen with pride
    Leafy as a cedar of Lebanon
    Look at them Lord
    They bark like dogs
    They come out in the evening
    They are all around my house
    But you who are my strength and grace
    Be you my rock
    Weapon of my arm
    In your love you will make me advance
    Destroy them Lord
    Lord of hosts
    Destroy my enemies
    As they destroy me
    May they be caught in the snare
    Of their pride
    May they be like snails
    That consume as they go
    Break their teeth
    May they no longer see the sun
    Like a woman’s stillborn child
    Let them not see the light
    Strike them, scatter them
    Till I wash my feet
    In the blood of the godless
    So the Angel will pick the vine
    In the vat of anger
    There he will press them
    There he will harvest them
    Till the blood reaches the bite
    For 40,000 cubits, 60,000 stasima
    They shall burn in the sulphur lake
    The city of glory shall not be
    For those who have not believed
    So do not bargain
    Do not bargain away
    Your faith do not bargain
    And meanwhile
    In your days which are numbered
    In the nothing under the sun
    In the nothing under the sun
    With jawbones of asses
    You will defend your heart.

    Back To Top
  • Il ballo di San Vito

    Salsicce fegatini
    viscere alla brace
    e fiaccole danzanti
    lamelle dondolanti
    sul dorso della chiesa fiammeggiante

    vino, bancarelle
    terra arsa e rossa
    terra di sud, terra di sud
    terra di confine
    terra di dove finisce la terra

    e il continente se ne infischia
    e non il vento
    e il continente se ne infischia e non il vento
    Mustafà viene di Affrica
    e qui soffia il vento d'Affrica
    e ci dice tenetemi fermo
    e ci dice tenetemi fermo

    ho il ballo di S. Vito e non mi passa
    ho il ballo di S. Vito e non mi passa

    La desolazione che era nella sera
    s'è soffiata via col vento
    s'è soffiata via col rhum
    s'è soffiata via da dove era ammorsata
    Vecchi e giovani pizzicati
    vecchie e giovani pizzicati
    dalla taranta, dalla taranta
    dalla tarantolata
    cerchio che chiude, cerchio che apre
    cerchio che stringe, cerchio che spinge
    cerchio che abbraccia e poi ti scaccia

    ho il ballo di S. Vito e non mi passa
    ho il ballo di S. Vito e non mi passa

    dentro il cerchio del voodoo mi scaravento
    e lì vedo che la vita è quel momento
    scaccia, scaccia satanassa
    scaccia il diavolo che ti passa
    scaccia il male che ci ho dentro o non sto fermo
    scaccia il male che ci ho dentro o non sto fermo

    A noi due balliam la danza delle spade
    fino alla squarcio rosso d'alba
    nessuno che m'aspetta, nessuno che m'aspetta
    nessuno che mi aspetta o mi sospetta

    Il cerusico ci ha gli occhi ribaltati
    il curato non se ne cura
    il ragioniere non ragiona
    Santo Paolo non perdona

    ho il ballo di s. Vito e non mi passa
    ho il ballo di S. Vito e non mi passa

    Questo è il male che mi porto da
    trent'anni addosso
    fermo non so stare in nessun posto
    rotola rotola rotola il masso
    rotola addosso, rotola in basso
    e il muschio non si cresce sopra il sasso
    e il muschio non si cresce sopra il sasso

    scaccia scaccia satanassa
    scaccia il diavolo che ti passa
    le nocche si consumano
    ecco iniziano i tremmori
    della taranta, della taranta
    della tarantolata...

    ---

    Sausages, chicken livers,
    Barbecued bowels
    And dancing torches
    Rocking metal sheets
    On the back of the flaming church

    Wine, stalls
    Sun-burnt red soil
    Land of the South, land of the South
    Border land
    Land of where the land ends

    And the continent doesn’t care a thing
    Nor the wind
    And the continent doesn’t care a thing nor the wind
    Mustafa comes from Africa
    And here the wind of Africa blows
    And tells us “keep me still"
    And tells us “keep me still"

    I have Saint Vitus dance and I don’t feel better
    I have Saint Vitus dance and I don’t feel better

    The desolation that was in the evening
    Blew away with the wind
    Blew away with rum
    Blew away from where it was stuck
    Old and young people stung
    Old and young people stung
    By the tarantula, the tarantula,
    By Tarantulism
    Circle closing, circle opening,
    Circle tightening, circle pushing
    Circle embracing and then chasing you away

    I have Saint Vitus dance and I don’t feel better
    I have Saint Vitus dance and I don’t feel better

    I throw myself into the voodoo circle
    And there I see that life is in that moment
    Chase Satan away
    Chase chase the Devil and it will pass
    Chase away the pain inside of me, or I won't be still
    Chase away the pain inside of me, or I won't be still

    The two of us dance the sword dance
    Till the red crack of dawn
    Nobody waiting for me, nobody waiting for me
    Nobody waiting for me or suspecting me

    The apothecary's eyes are upside down
    The curate doesn’t care
    The accountant doesn’t account
    Saint Paul doesn’t forgive

    I have Saint Vitus dance and it won't pass
    I have Saint Vitus dance and it won't pass

    This is the pain I've borne for thirty years
    I cannot stand still in one place
    The stone rolls, it rolls
    It rolls onto you, it rolls down
    And a stone gathers no moss
    And a stone gathers no moss

    Chase Satan away
    Chase chase the Devil and it will pass
    The knuckles wear themselves out
    The shaking is starting
    Of the tarantula, of the tarantula
    Of Tarantulism…

    Back To Top
  • Brucia troia

    Eccola viene
    Ha quattro braccia e due teste
    Quattro gambe e due teste
    Ora che lei
    Ha quattro occhi e due teste
    Quattro mani e due teste
    Ed eccolo il figlio
    Che ti scaccerà
    Che ti ucciderà
    Che si prenderà
    Il tuo posto nel mondo
    Come ora si è preso
    La carne di lei
    Come ora ha rubato
    L’amore di lei
    Già ti ha rubato lo sguardo di lei
    Con lui già ti tradisce
    L’orrore l’orrore
    Barbari della Colchide
    I vapori s’alzano nell’ombra
    Il cavallo di troia è ciucco
    Come il mio ciuffo
    Il cavallo di troia è ciuffo
    Come il mio ciucco
    Il cavallo di troia è ciunco..
    Fai scialo diletto mio delle tue cosce
    Fai scialo amante mia delle tue braccia
    Il vino scorra a sangue nei crateri
    Noi gusteremo il giorno
    Un giorno ancora
    Brucia Troia Brucia Troia Troia Brucia
    Come io brucio per te…
    Per gli anni tuoi abbracciati nell’assedio
    Per i giardini tuoi favi di miele
    I denti mordano la terra nera
    Noi gusteremo il giorno
    Un giorno ancora
    Brucia Troia Brucia Troia Troia Brucia
    15 uomini, 15 uomini e 40 teste di porco
    Brucia Troia Brucia Troia Troia Brucia
    Per gli anni che tu hai preso nell’assedio
    Per gli anni tuoi che avanzano nel sole
    Sono io il mio Minotauro
    Divoro chi arriva fino a me
    Chiuso nel mio labirinto
    Divoro chi arriva fino a me
    Sono io il mio Minotauro
    Divoro chi arriva fino a me
    Chiuso nel mio labirinto
    Divoro chi arriva fino a me
    Sono io il mio Minotauro
    Divoro chi arriva fino a me
    Chiuso nel mio labirinto
    Divoro chi arriva fino a me
    Zara degli dei
    Madre degli eroi
    La terra ti bacia
    Brucia Troia Troia Brucia Brucia Troia Troia Brucia
    Come io brucio per te…

    ---

    Here she is, she’s coming
    She has four arms and two heads
    Four legs and two heads
    Now that she
    Has four eyes and two heads
    Four hands and two heads
    And here’s her son
    Who will drive you out
    Who will kill you
    Who will take
    Your place in the world
    As now he has taken
    Her flesh
    As now he has stolen
    Her love
    Her glance has already robbed you
    She is already betraying you with him
    The horror the horror
    Barbarians of Colchis
    The vapours lift in the shade
    The Trojan horse is squiffed
    Like my quiff
    The Trojan horse is quiff
    Like my squiffed
    The Trojan horse is stiffed
    Be lavish, my beloved, with your thighs
    Be lavish, my lover, with your arms
    Let the wine flow like blood in the wine-bowls
    We will taste the day
    One day more
    Burn Troy Burn Troy Troy burn
    As I burn for you…
    For your years embracing in the siege
    In your gardens, honeycombs
    Let the teeth bite the black earth
    We will taste the day
    One day more
    Burn Troy burn Troy Troy burn
    15 men, 15 men and 40 hogs’ heads
    Burn Troy burn Troy Troy burn
    For the years you have taken in the siege
    For your years which advance in the sun
    I am my minotaur
    I devour those who reach me
    Closed in my labyrinth
    I devour those who reach me
    Zara of the gods
    Mother of the heroes
    The earth kisses you
    Burn Troy Troy burn burn Troy Troy burn
    As I burn for you…

    Back To Top
  • La faccia della terra

    Ebenezer voleva un segno
    prese un agnello il figlio e il suo coltello
    quello con la fionda
    nella fronte lo centrò
    e per la nera nera terra scappò
    Il reverendo col suo calesse
    e il suo stipendio e la sua moglie altera
    pregava il suo Signore che gli donasse il fuoco
    a infiammargli dal pulpito il sermone
    Ma quando vide il collo nudo e le sue spalle
    la sigaretta la bocca e la maestra
    un fuoco vivo dentro tutto lo accese
    e sulla nera nera terra pregò
    Rimetti al cielo i tuoi peccati
    come noi li rimettiamo a te
    il reverendo disse se son fatto per peccare
    nel peccato allora mi troverò
    Guidami nei passi mio Signore
    per ogni via li affido a te
    salvami da me stesso o lasciami andare
    sulla nuda nuda terra a cercare
    sulla nuda nuda terra a cercare
    La maestra inquieta che pure voleva
    la scintilla della vita infondere all’allievo
    quando le labbra alle sue spalle incollò
    sulla dura dura terra pregò
    la dura dura terra graffiò
    Enoch aveva molti amici
    che gli affollavano la testa in una stanza
    per solitudine a una donna un giorno li mostrò
    e per sempre solo sulla terra restò
    sulla nera nera terra restò
    Quando Elìa andò a cercare la sua strada
    presto a prenderti un giorno tornerò
    niente mai da ora ci dividera’
    disse nel campo d’orzo che li fece amanti
    le ore e i giorni poi fecero gli anni
    l’inganno della giovinezza se ne andò
    una notte di pioggia corse nuda per strada
    le braccia addosso al primo che vide buttò
    e libera e sola sulla terra restò
    libera e sola sulla terra restò
    Il telegrafista un giorno prese moglie
    non compiangeva ancora gli uomini in amore
    baciava il calco dei suoi piedi
    che sulla nera nera terra lei lasciava
    quando apprese dei suoi amanti
    che riceveva a casa loro mentre era al lavoro
    la rimandò e la madre nuda gliela riportò
    che la potesse ancora più desiderare
    lui prese una vanga e tutto il suo amore
    e nella nera nera terra scavò
    nella nera nera terra scavò
    Edna si prese un amante
    che una creatura in grembo le portò
    fosse femmina avrei fatto tutto per lei
    ma il maschio sulla terra lo lascerò
    solo sulla terra lo lascerò
    E gli uomini e le donne come talpe cieche
    le costole continuano a intrecciare
    e desideri muti travolgono le loro vite
    sulla terra nudi e bisognosi
    e continuano a lasciarsi ciechi storpi e soli
    sulla nera nera terra a cercare
    sulla nera nera terra a cercare
    Sulla faccia della terra a cercare

    ---

    Ebenezer wanted a sign
    He took a lamb, the son and his knife
    The one with the catapult
    Hit him in the forehead
    And through the black back land he ran away
    The reverend with his carriage
    And his stipend, and his lofty wife
    Prayed his Lord to give him fire
    To inflame the sermon from the pulpit
    But as he saw the naked neck and the shoulders
    The cigarette, the mouth and the school-mistress
    A live fire inflamed him all inside
    And on the black back land he prayed
    Forgive the sky your sins
    As we have forgiven you
    The priest said if I am born to sin,
    In sin I shall find myself
    Guide me in my steps, my Lord
    I trust in you for everything
    Save me from myself or let me go
    On the naked naked land to search
    The restless school-mistress who wanted
    To instil the spark of life into her pupil
    When she glued her lips to his shoulders
    On the hard hard land she prayed
    The hard hard hard land she scratched
    Enoch had many friends
    That crammed his head like in a room
    Because of his solitude, he showed them to a woman one day
    And forever alone on the land he remained
    On the black black land he remained
    When Elijah went to search for his road
    “I'll soon come back one day to lose you
    From now on, nothing will ever separate us”
    He said in the barley field that made them lovers
    Hours and days then became years
    The false perception of youth went away
    One rainy night she ran naked along the street
    She threw her arms around the first man she saw
    Free and alone on the land she remained
    One day the telegraphist got married
    And still he wouldn’t pity men in love
    He kissed the cast of her feet
    Which on the black land she left
    When he found out about her lovers
    Whom she met at their house, while he was at work
    He sent her back and the naked mother brought her back to him
    So that he could desire her even more
    He took a spade and his love
    And dug the black back land
    Edna had a lover
    Who made her pregnant
    “If it had been a girl, I would have done everything for her
    But I shall leave the male on the land
    Alone on the land I shall leave him”
    And men and women like blind moles
    They keep on interlacing their ribs
    And mute desires overcome their lives
    Naked on the land and needy
    And they keep on leaving one another blind, crippled and alone
    On the black back land to search
    On the face of the land to search

    Back To Top
  • Lettere di soldati

    Apre la strada
    la vita e l’amore
    chiude la strada
    la morte e il dolore
    limpida è l’aria
    la palma è tranquilla
    il fiume scorre
    la luna non vede
    che polvere e stelle
    l’alba non sente
    l’angoscia di noi
    Piccoli soldati
    piccoli e armati
    dal coraggio d’ordinanza e dalla noia
    dalla gloria dal rancio e dagli eroi
    e dalle..
    lettere d’amore
    La casa ci separa e ci avvelena
    nessuno tornera’ più come prima
    Filo spinato
    cemento armato
    occhi nascosti
    ovunque per terra
    la radio gracchia
    la testa scuote
    le buche e le ruote
    il cielo è soltanto
    una feritoia
    un recinto blindato
    di un vetro di Humvee
    Il deserto è tranquillo
    non c’è linea del fronte
    pattuglia di guardia
    a balia del nulla
    nulla che esplode
    rovente nell’aria
    odore di gomma
    e carne bruciata
    e pezzi di cranio
    cervella per terra
    e pezzi di faccia
    e pezzi di noi
    meccanismi d’ossa
    e protesi in cambio
    e sangue drenato
    e sangue versato
    In sacchi di plastica
    torna un soldato
    e lascia effetti
    foto e armadietti
    e alcool in branda
    pornografia
    e giacche graduate
    lucenti e stemmate
    e soldi e coraggio
    e contratti d’ingaggio
    lascia un alloggio
    e lascia..
    lettere d’amore
    Uccidere non è peccato se non sei ucciso tu
    uccidere non è peccato se è regola e lavoro
    50 metri
    sparare al motore
    a 20 nel vetro
    a 10 nel cuore
    non hai conosciuto
    chi è che hai centrato
    una croce nel vetro
    nebulizzato
    non era un soldato
    non era un soldato
    piccolo e armato..
    Il cielo ora è più nero e non è fumo
    nessuno tornera’ più come era
    La notte è serena
    la palma è tranquilla
    il fiume scorre
    Babilonia muta
    resta nel sole
    e non si importa di noi
    Piccoli soldati
    piccoli e armati
    piccoli soldati
    piccoli e armati

    ---

    Life and love open the read
    Death and pain close the road
    The air is clear
    The palm is calm
    The river flows
    The sky doesn’t hear the war night
    The moon only sees
    Dust and stars
    The dawn doesn’t hear
    This anguish of ours,
    Little soldiers
    Little and armed
    With regulation courage and boredom
    With glory, with meals and heroes
    And with
    Love letters
    The house separates us and poisons us
    Nobody will ever come back as he was before
    Barbed wire,
    Reinforced concrete
    Eyes hidden everywhere on the floor
    The radio crackles, the head shakes
    Holes and wheels
    The world is only
    An arrow slit
    Armoured fence
    With a Humvee glass
    The desert is quiet
    There’s no front line
    Guard patrol
    Watching the nothing
    Nothing which explodes
    Burning hot, in the air
    Smell of rubber and burnt flesh
    And pieces of skull and brains on the ground
    And pieces of face, and pieces of us
    Mechanisms of bones and artificial limbs in exchange
    And drained blood
    Blood shed, out of the veins, spread
    In plastic bags a soldier comes back
    And he leaves belongings
    And photos and lockers
    And alcohol in a folding bed, and pornography
    Ranked jackets, shining and crested
    And money and courage
    And contracts of hire
    And he leaves a lodging
    And he leaves
    … Love letters

    Killing is not a sin unless you’re killed
    Killing is not a sin if it’s by contract
    50 meters
    Shoot at the engine
    20 in the glass
    10 in the heart
    And you haven’t met
    The one you hit
    A cross in the glass, misted
    He wasn’t a soldier
    He wasn’t a soldier
    Little and armed
    The sky is now blacker, and it’s not smoke
    Nobody will ever come back as he was before
    The night is calm, the palm is calm
    Mute Babylon lies in the sun
    And doesn't care about us
    Little soldiers
    Little and armed
    Little soldiers
    Little and armed

    Back To Top
  • Moskavalza

    Lichiu Venecka lichiu..
    Harasciò Harascià Harasciò Harasciàààà
    4,3,2,1 I Pajehalì!!!!
    Moska Valza, Moska nella VODKA
    Vodka nella VASKA, vaska nella MOSKA…
    MEGALOPOLIS
    Per l’Asia decollano
    Le cupole d’oro
    Woland che si invola
    Sui banchini dell’Arbat
    Libellule ronzano
    Sulle punte carillonnano
    Nel velluto del bolscioj!
    BOLSCIOJ! BOLSCIOJ!!
    Lenin come una mummia
    Inuma dentro il marmo
    Rubino del Cremlino
    Mavskosky faraon!
    I denti di Stalin
    Mordono la notte
    Torri babiloniche
    Nel cielo fanno fiaccole
    Sui talami pensili
    Dell’Hotel Ararat
    Rimbombano nelle cupole
    I dettami degli TZAR!! ZAR!!
    Nelle cripte discotecniche
    Si fracassano gli ZAR Zar ZAR TAR Tar
    Two Rome are fallen
    Citviortaja nie budiet..
    Busgatov sigtagatov
    4, 3, 2, 1.. (c’tirie, tri, d’va, adin..) pAJEHALI
    Gagarin nello spazio
    Sovietsky superman
    Il cosmo dentro il casco
    A spasso va in sojouz
    Gagarin nello spazio
    Sovietsky superman
    Il cosmo dentro il casco
    A spasso va in sojouz
    Occhi di matrioska
    Sogno suprematista
    Sorriso da ginnasta
    Sorriso socialista
    Arriva fino al cielo
    L’eterna primavera
    Starajo Starajà
    DAVAI TAVARISH, DAVAI!!!!
    …Dove volan le cicogne..
    Vitsosky ha lasciato le cucine
    In testa ha per aureola una chitarra
    Majakowsky ha sparso a terra le cervella
    Piotor ora regna su una caravella
    La zigulì è finita
    Kurkskaja in rimont
    Idi venecka idi
    SIBIRSKAJA KORONA
    STARAJ A’ MASKVA’
    MOSKASKAYA CRISTALL
    KAKAYA KRASSATA’
    Inimiedlina vipiò
    Dalle nuove catacombe
    Megalopoli eurasiatica
    Dai cunicoli elettrici
    Dai fregi ciclopici
    Scalinata dinamo
    Respiro di 1 milione
    S’impenna nei saloni
    La piena del Popol
    Nelle nuove catacombe
    Aspettando la bomba
    Russian roulette METRO’
    Cecenzi CIORNI
    Uzbeki ciorni
    Grusinzi CIORNI
    Armiani ciorni
    Cavkavki CIORNI, ciorni crna schopi
    Propiska NIET
    Milizia control—–SPASIBA
    Spasiba bum bum!!
    Tutto in una notte, tutto è l’ultima notte
    Paradiso artificiale
    Aperto per 24 ore
    Tutto in una notte, tutto è l’ultima notte
    Succhiano la notte
    Le vampire del night fly
    Two hundred dollars
    Chiavare veramente
    Nei visoni tartari
    Nei talami pensili
    Chiavare veramente
    3 hundred dollars
    Chiavare veramente
    4 hundred …
    4 3 2 1 pajeHali
    MOSKA VALSKA MOSKA NELLA VODKA
    VODKA NELLA VASKA VASKA NELLA VOLGA
    VOLGA NELLA MOSKA
    Ahi ahi ai ai
    Col suo nero colbacco…
    Ahi ahi ahi ahi…
    PAJEHALI

    ---

    Likyu Venecka likyu...
    Chorasho chorasho chorasho chorashaaa
    4, 3, 2, 1 (cetirye, tri, dva, adin) poyechali!
    Moscow waltz, Moscow in the vodka
    Vodka in the vat, vat in the Moscow…
    Megalopolis
    They take off for Asia
    The golden domes
    Woland flies
    Over the stalls of Arbat
    Dragonflies buzz
    They carillon on their toes
    In velvet of the Boshoi
    Bolshoi! Bolshoi!
    Lenin like a mummy
    Burial in marble
    Ruby of the Kremlin
    Moskovsky pharaoh!
    Stalin’s teeth
    Bite the night
    Babylonic towers
    In the sky make torches
    On the hanging bridal suites
    Of the Hotel Ararat
    They echo in the domes
    The sayings of the Tsars! Tsars!
    In the discotechnic crypts
    The Tsars are shattered, Tsars, Tsars, Tar, Tar
    Two Romes are fallen
    Chetvyortaya nye budyet
    Busgatov sigtagatov
    4, 3, 2, 1 (cetirye, tri, dva, adin) poyechali
    Gagarin in space
    Sovyetsky superstar
    The cosmos in his helmet
    Takes a trip in the Soyuz
    Matryoshka’s eyes
    Suprematist dream
    Gymnast’s smile
    Socialist smile
    It reaches the sky
    The eternal spring
    Starayo staraya
    Davai tovarisch, davai!
    ...where storks fly...
    Vitsosky has left the kitchens
    On his head as a halo he has a guitar
    Mayakowsky has scattered brains on the earth
    Pyotr now rules on a caravelle
    The ziguly is over
    Kurkskaya is reviving
    Idi Venecka idi
    Sibirskaya korona
    Staraya Moskva
    Moscovskaya crystal
    Kakaya krassata
    Inimiedlina vipio
    From the new catacombs
    Euroasiatic megalopolis
    From the electric labyrinths
    From the cyclopic friezes
    Dynamo ascent
    Breath of a million
    Rises in the salons
    The tide of the popol
    In the new catacombs
    Waiting for the bomb
    Russian roulette metro
    Chechenzi chorni
    Uzbeki chorni
    Gruzintzi chorni
    Cavkavki chorni, chorni, crna shopi

    Propiska nyet
    Milizia control—spasibo
    Spasibo boom boom!
    All in one night, all is the last night
    Artificial paradise
    Open 24 hours
    All in one night, all is the last night
    They suck the night
    The vampires of the night fly
    Two hundred dollars
    Real screw
    In the Tartar minks
    In the hanging bridal suites
    Real screw
    Three hundred dollars
    Real screw
    Four hundred…
    4, 3, 2, 1 (cetirye, tri, dva, adin) poyechali
    Moscow waltz Moscow in the vodka
    Vodka in the vat, vat in the Volga
    Volga in the Moscow
    Ay ay ay ay
    With his black Cossack’s hat…
    Ay ay ay ay…
    Poyechali

    Back To Top
  • Bardamù

    Per quanto scura
    la notte è passata
    e non lascia che schiuma
    di birra slavata
    e una spiaggia
    e una linea di sabbia
    è il fronte di un addio
    gli altri si cambino l'anima
    per meglio tradire
    per meglio scordare

    Bum Bum Bum
    Bardamù
    Bum Bum Bum
    Bardamù

    Corazzieri Trapanati!
    All'armi in fila! Agli aerostati!
    Dirigibili all'idrogeno
    nell'aria si involano
    e le ballerine in fila
    danzano
    danzano
    leggere, leggere in tutù
    leggere, leggere di più
    della mia porcheria

    Sparato tra gli astri in pallone
    rigonfio di musica
    solo al richiamo più lontano
    voglio la notte
    e la voglio senza luna..

    Ma niente canzoni d'amor
    mai più mi prendano il cuor
    la notte è passata e le nuvole
    gonfiano schiuma di Baltico e cenere
    e cenere avrò...

    Bum Bum Bum
    Bardamù
    Bum Bum Bum
    Bardamù

    leggere, leggere in tutù
    leggere, leggere di più
    della mia porcheria

    Se è circo che vogliono
    circo daremo
    e cariole di occhi e rimpianti
    e fosforo e zolfo
    e profumo di niente
    e di Nord
    e ancora si cambino l'anima
    per meglio tradire
    per meglio scordare...

    Ma niente canzoni d'amor
    mai più mi prendano il cuor
    la notte è passata e le nuvole
    gonfiano schiuma di Baltico e cenere
    e cenere avrò...

    (l'emozione è tutto nella vita,
    quando siete morti è finita...
    l'emozione è tutto nella vita,
    quando siete morti è finita...)

    ---

    Though dark
    The night is gone
    And it only leaves foam
    Of a washed out beer
    And a beach
    And a line of sand
    It’s the front-line of a goodbye
    The others should change their souls
    To betray better
    To forget better

    Boom Boom Boom
    Bardamù
    Boom Boom Boom
    Bardamù

    Drilled Cuirassiers!
    To arms, in line! To the zeppelins!
    Hydrogen-fuelled airships
    Vanish into the air
    And the ballerinas in line
    Dance
    Dance
    Light, light in their tutus
    Light, lighter
    Than my filth

    Shot among the stars in a balloon
    Bulging with music
    Only to the farthest cry
    I want the night
    And I want it without moon...

    But no love songs
    Never again shall they take my heart
    The night is gone and the clouds
    Blow foam of Baltic and ash
    And ash I’ll have…

    Boom Boom Boom
    Bardamù
    Boom Boom Boom
    Bardamù

    Light, light in their tutus
    Light, lighter
    Than my filth

    If it’s circus they want
    Circus we will give
    And barrows of eyes and regrets
    And phosphorus and sulphur
    And scent of nothing
    And of the North
    And again they should change their souls
    To betray better
    To forget better

    But no love songs
    Never again shall they take my heart
    The night is gone and the clouds
    Blow foam of Baltic and ash
    And ash I’ll have…

    (emotions are everything in life,
    Once you’re dead, it’s over…
    (emotions are everything in life,
    Once you’re dead, it’s over…)

    Back To Top
  • Polka di Warsavia (excerpt)

    Il cielo è fosforo
    La terra è cenere
    sferraglia celere
    Il treno e va
    Sui bastimenti
    Va la fanfara
    La terra implora
    Un altro brindisi

    ---

    The sky is phosphorus
    The land is ash
    The train clangs past and disappears
    On vessels
    The fanfare goes on
    The land begs
    For another toast

    Back To Top
  • Marajà

    È arrivato sul pallone con il botto del cannone
    È arrivato sul treruote con la gotta sulle gote
    È arrivato in aerostato, coi forzuti del Caucaso
    sul Mercedes cabinato è arrivato il Marajà

    Col monocolo e il ciclofono
    va in rivista il Marajà
    s'alza l'asta del ginnasta
    quando passa il Marajà
    si sollevano i manubri
    dei sollevatori bulgari
    si spara l'uomo cannone
    quando passa il faraone
    apre il mazzo anche il pavone
    se lo chiede il Marajà

    si scompiscia si sganascia
    si oscureggia il Marajà
    raglia tutta la marmaglia
    quando raglia il Marajà
    sguaian forte i commensali
    versan gli otri ed i boccali
    il pascialato si stravacca
    se stramazza il Marajà

    ma zittiscono e squittiscono
    se sternuta il Marajà
    si stupiscono e svanisono
    se si acciglia il marajà
    i giannizzeri ottomani
    fanno guardia ai suoi divani
    col ventaglio e col serraglio
    danno lustro al Marajà

    la circassa su una stola
    di ermellino si consola
    gli occhi viola si ristora
    sui coscini di taftà
    alle corse degli struzzi
    fa la mostra dei suoi vizi
    sognan tutti i suoi topazi
    di diventare Marajà

    Marajà! Marajà!

    Astanblanfemininkutan
    Melingheli stik e stuk
    Malingut!

    Con l'Uncino e la Phinanza
    si rimpinza il Marajà
    tutti accoglie tutti abbaglia
    tutti ammalia il Marajà
    fa da padre e da padrino
    alza tutti al suo destino
    non bisogna più pensare
    pensa a tutto il marajà

    ma t'attacca con riguardo
    tutto il marcio del suo sguardo
    se non credi più a nessuno
    niente crede neanche a te

    i miei sogni se li è presi
    l'uomo nero e non li ha resi
    l'uomo nero che li tiene
    e ti trattiene un anno intero
    m'han coperto tutto d'oro
    e poi mi han lasciato solo
    solo, solo qui a pensare
    a diventare marajà

    Marajà! Marajà!

    Astanblanfemininkutan
    Melingheli stik e stuk
    Malingut!

    ---

    Maharajah! Maharajah! The maharajah has arrived!
    He's arrived on a balloon with a cannon bang
    He’s arrived on a threewheel with the gout on his cheeks
    He’s arrived on an aerostat with the strong ones from Caucasus
    On a cabin Mercedes the maharajah has arrived

    With monocle and cyclophone
    The maharajah is on parade
    The gymnast’s pole rises
    As the maharajah passes by
    The dumbbells of the Bulgarian lifters
    Move upwards
    The human cannon shoots himself out
    As the pharaoh passes by
    Even the peacock opens the pack
    If asked to by the maharajah

    He’s in fits, he roars with laughter,
    He darkens, the Maharajah
    The whole mob caterwauls
    When the maharajah caterwauls
    The guests guffaw,
    Pour out wineskins and jugs
    The pashas sprawl
    If the maharajah stretches out

    But they keep silent and squeak
    If the maharajah sneezes
    They get worried and disappear
    If the maharajah frowns
    The ottoman Janissaries
    Stand guard on his couches
    With fans and fences
    They give prestige to the maharajah

    The Circassian lady
    Consoles herself on an ermine stole
    She refreshes her purple eyes
    On taffeta cushions
    At the ostrich races
    She shows her vices
    Everyone dreams of her topazes
    And of becoming maharajah

    Maharajah! Maharajah!

    With hook and phinance
    The Maharajah stuffs himself
    He welcomes them all, he blinds them all
    The Maharajah charms them all
    Plays the father and godfather
    He lifts them all to his own destiny
    You don't have to think anymore
    The Maharajah sees to everything
    But he respectfully sends you
    All that’s rotten in his look
    If you don't trust anyone anymore
    Nothing will trust you either
    The bogeyman took my dreams away
    And hasn’t given them back
    The bogeyman that keeps them
    And keeps your for a whole year
    They covered me in gold
    And then left me alone
    Alone, alone here thinking
    Of becoming maharajah
    Maharajah! Maharajah!

    Back To Top
  • Con una rosa

    Con una rosa hai detto
    vienimi a cercare
    tutta la sera io resterò da sola
    ed io per te
    muoio per te
    con una rosa sono venuto a te

    bianca come le nuvole di lontano
    come una notte amara passata invano
    come la schiuma che sopra il mare spuma
    bianca non è la rosa che porto a te

    gialla come la febbre che mi consuma
    come il liquore che strega le parole
    come il veleno che stilla dal tuo seno
    gialla non è la rosa che porto a te

    sospirano le rose nell'aria spirano
    petalo a petalo mostrano il color
    ma il fiore che da solo cresce nel rovo
    rosso non è l'amore
    bianco non è il dolore
    il fiore solo è il dono che porto a te

    rosa come un romanzo di poca cosa
    come la resa che affiora sopra al viso
    come l'attesa che sulle labbra pesa
    rosa non è la rosa che porto a te

    come la porpora che infiamma il mattino
    come la lama che scalda il tuo cuscino
    come la spina che al cuore si avvicina
    rossa così è la rosa che porto a te

    lacrime di cristallo l'hanno bagnata
    lacrime e vino versate nel cammino
    goccia su goccia, perdute nella pioggia
    goccia su goccia le hanno asciugato il cuor

    portami allora portami il più bel fiore
    quello che duri più dell'amor per sé
    il fiore che da solo non specchia il rovo
    perfetto dal dolore
    perfetto dal suo cuore
    perfetto dal dono che fa di sé

    ---

    With A Rose

    With a rose you said
    Come find me
    I will be alone all evening
    And for you I…
    I die for you…
    With a rose I came to you

    White like the clouds from afar
    Like the bitter night spent in vain
    Like the foam that bubbles on the sea
    The rose I bring you is not white

    Yellow like the fever that consumes me
    Like the liqueur that bewitches words
    Like poison oozing from your breast
    The rose I bring you is not yellow

    The roses sigh, they die in the air
    They show their colour petal after petal
    But the flower growing alone in the bramble
    Love is not red
    Pain is not white
    The single flower is the only gift I bring you

    Rose-pink like a cheap novel
    Like surrender emerging on the face
    Like waiting weighing on the lips
    The rose I bring you is not rose-pink

    Like purple setting the morning on fire
    Like the blade warming up your pillow
    Like the thorn getting closer to the heart
    The rose I bring you is this red

    It was wet by crystal tears
    Tears and wine spilt on the way
    Drop on drop, lost in the rain
    Drop on drop they wiped her heart

    So bring me, bring me the most beautiful flower
    The one that lasts longer than love itself
    The flower that doesn’t reflect the bramble
    Perfect because of pain
    Perfect because of his heart
    Perfect because of the gift she makes of herself

    Back To Top
  • Non è l’amore che va via

    Vai vai
    tanto non è l'amore che va via
    Vai vai
    l'amore resta sveglio
    anche se è tardi e piove
    ma vai tu vai
    rimangono candele e vino e lampi
    sulla strada per Destino

    Vai vai
    conosco queste sere senza te
    lo so, lo sai
    il silenzio fa il rumore
    de tuoi passi andati
    ma vai, tu vai
    conosco le mie lettere d'amore
    e il gusto amaro del mattino

    Ma
    non è l'amore che va via
    il tempo sì
    ci ruba e poi ci asciuga il cuor
    sorridimi ancor
    non ho più niente da aspettar
    soltanto il petto da uccello di te...
    soltanto un sonno di quiete domani...

    Ma vai, tu vai
    conosco le mie lettere d'amore
    e il gusto amaro del mattino

    lo so lo sai
    immaginare come un cieco
    e poi inciampare
    in due parole
    a che serve poi parlare
    per spiegare e intanto, intanto noi
    corriamo sopra un filo, una stagione,
    un'inquietudine sottile.

    Ma,
    non è l'amore che va via
    il tempo sì,
    ci ruba e poi ci asciuga il cuor
    sorridimi ancor
    non ho più niente da aspettar
    soltanto il petto da uccello di te...
    soltanto un sonno di quiete domani...

    ---

    Go, go
    For it’s not love which goes away
    Go, go
    Love remains awake
    Even if it’s late and raining
    But go, you go
    Candles, wine and lightning flashes remain
    On the road to destiny
    Go, go
    I know these evenings without you
    I know, you know
    Silence makes noise
    Like your footsteps now gone
    But go, you go
    I know my love letters
    And the bitter taste of the morning
    But,
    It’s not love which goes away
    Time does
    It steals our hearts and then wipes them
    Smile at me again
    I have no expectations anymore
    Only that bird-breast of yours
    Only a quiet sleep tomorrow…
    But go, you go
    I know my love letters
    And the bitter taste of the morning
    I know, you know
    Imagining like a blind
    And then stumbling
    In two words
    What’s the use of talking then
    To explain, and meanwhile, meanwhile we
    Run on a tightrope, a season,
    On slight disquiet
    But,
    it’s not love which goes away
    Time does
    It steals our hearts and then wipes them
    Smile at me again
    I have no expectations anymore
    Only that bird-breast of yours
    Only a quiet sleep tomorrow…

    Back To Top
  • Signora luna

    Persa nel cielo
    lungo la notte del mio cammino
    sono due luci
    che mi accompagnan
    dovunque sto
    una nel sole
    per quando il sole
    mi copre d'oro
    una nel nero
    per quando il gelo
    mi vuole a sé

    signora luna che mi accompagni
    per tutto il mondo
    puoi tu spiegarmi
    dov'è la strada che porta a me
    forse nel sole
    forse nell'ombra
    così par esser
    ombra nel sole
    luce nell'ombra
    sempre per me

    perse nel cielo
    lungo la notte
    del mio cammino
    sono due luci che brillan sempre
    dovunque sto
    brillano alte
    brillano intense
    finché par essere
    che siano gli occhi
    di chi ho già perduto
    che veglian per me

    signora luna che mi accompagni
    per tutto il mondo
    puoi tu spiegarmi dov'è la strada
    che porta a lei
    non se ne adombri
    signora luna se non ho amato
    diglielo a ella
    che solo ella
    veglia per me

    non se ne adombri signora luna
    se non ho amato
    solo negli occhi
    di chi è già stato
    veglia per me

    ---

    Lost in the sky
    Along the night of my journey
    Are two lights
    That walk with me
    Wherever I am
    One in the sun
    For when the sun
    Covers me in gold
    One in the black
    For when the cold
    Wants to take me

    Lady Moon walking with me
    All over the world
    Can you explain to me
    Where is the road that leads to me
    Maybe in the sun
    Maybe in the shadows
    So it seems to be
    Shadow in the sun
    Light in the shadows
    Always for me

    Lost in the sky
    Through the night
    Of my journey
    Are two lights that always shine
    Wherever I am
    They shine high
    They shine strong
    Till it looks like
    They are the eyes
    Of those I have already lost
    Watching over me

    Lady Moon walking with me
    All over the world
    Can you explain to me where is the road
    That leads to her
    Do not take umbrage,
    Lady Moon, if I haven't loved
    Tell her
    That she’s the only one
    To watch over me

    Do not take umbrage, Lady Moon,
    If I haven’t loved
    Only in the eyes
    Of those who have already been
    Watch over me

    Back To Top
  • Si è spento il sole

    Si è spento il sole nel mio cuore per te,
    non ci sarà più un'altra estate d'amor
    i giorni sono fredde notti per me,
    senza più luce nè calor !

    sul caldo mare che ci ha fatto incontrar,
    un vento gelido mi porta il dolor,
    la bianca luna che ci ha fatto sognar
    si è spenta come il sole d'or !

    muore nell'ombra la vita
    nel silenzio di tanti ricordi
    pur se l'estate è finita
    l'amo ancor-o-o-o-o.

    si è spento il sole e chi l'ha spento sei tu
    da quando un altro dal mio cuor ti rubò,
    innamorare non mi voglio mai più
    e nessun'altra cercherò;
    io cercherò

    amare un'altra non potrò
    amare un'altra non potrò

    ---

    The sun in my heart went out for you,
    There will be no other summer of love,
    Days are cold nights for me,
    Without light or heat anymore!

    On the warm sea that made us meet,
    An icy wind brings me pain,
    The white moon that made us dream
    Went out like the golden sun!

    Life dies in the shadow
    In the silence of many memories
    Though the summer is over
    I still love her.

    The sun went out and you are the one who’s put it out
    Since another stole you from my heart.
    I don’t want to fall in love ever again
    And no other I’ll keep on looking;
    I’ll keep on looking!...

    I won’t be able to love another,
    I won’t be able to love another.

    Back To Top
  • Che coss’è l’amor

    Che cos'è l'amor
    chiedilo al vento
    che sferza il suo lamento sulla ghiaia
    del viale del tramonto
    all' amaca gelata
    che ha perso il suo gazebo
    guaire alla stagione andata all'ombra
    del lampione san soucì

    che cos'è l'amor
    chiedilo alla porta
    alla guardarobiera nera
    e al suo romanzo rosa
    che sfoglia senza posa
    al saluto riverente
    del peruviano dondolante
    che china il capo al lustro
    della settima Polàr

    Ahi, permette signorina
    sono il re della cantina
    volteggio tutto crocco
    sotto i lumi
    dell'arco di San Rocco
    ma s'appoggi pure volentieri
    fino all'alba livida di bruma
    che ci asciuga e ci consuma

    che cos'è l'amor
    è un sasso nella scarpa
    che punge il passo lento di bolero
    con l'amazzone straniera
    stringere per finta
    un'estranea cavaliera
    è il rito di ogni sera
    perso al caldo del pois di san soucì

    Che cos'è l'amor
    è la Ramona che entra in campo
    e come una vaiassa a colpo grosso
    te la muove e te la squassa
    ha i tacchi alti e il culo basso
    la panza nuda e si dimena
    scuote la testa da invasata
    col consesso
    dell'amica sua fidata

    Ahi, permette signorina
    sono il re della cantina
    vampiro nella vigna
    sottrattor nella cucina
    son monarca e son boemio
    se questa è la miseria
    mi ci tuffo
    con dignità da rey

    Che cos'è l'amor
    è un indirizzo sul comò
    di un posto d'oltremare
    che è lontano
    solo prima d'arrivare
    partita sei partita
    e mi trovo ricacciato
    mio malgrado
    nel girone antico
    qui dannato
    tra gli inferi dei bar

    Che cos'è l'amor
    è quello che rimane
    da spartirsi e litigarsi nel setaccio
    della penultima ora
    qualche Estèr da Ravarino
    mi permetto di salvare
    al suo destino
    dalla roulotte ghiacciata
    degli immigrati accesi
    della banda san soucì

    Ahi, permette signorina
    sono il re della cantina
    vampiro nella vigna
    sottrattor nella cucina
    Son monarca son boemio
    se questa è la miseria
    mi ci tuffo
    con dignità da rey

    Ahi, permette signorina
    sono il re della cantina
    volteggio tutto crocco
    sotto i lumi dell'arco di San Rocco
    Son monarca son boemio
    se questa è la miseria
    mi ci tuffo
    con dignità da rey

    ---

    What is love?
    Ask the wind
    Which hurls his lamentation onto the gravel
    Of sunset boulevard
    Ask the ice-cold hammock
    Which has lost its gazebo
    Whimpering about the season just gone, in the shadow
    Of the sans souci street lamp

    What is love?
    Ask the door
    Ask the black cloackroom lady
    And her romance
    Which she flicks through without a pose
    Ask the reverent greeting
    Of the swinging Peruvian
    Bowing in honor
    Of the seventh star

    Hey, excuse me, Miss
    I’m the king of the cellar
    I twirl crooked
    Under the lights
    Of the arch of Saint Rocco
    But you can lean onto me, if you wish
    Till the dawn comes, livid with mist
    Which dries us and consumes us

    What is love?
    It’s a pebble in a shoe
    That stings the slow bolero step
    With the foreign amazon
    It’s pretending to hold tight
    A strange female dancing partner
    It’s every evening’s ritual
    Lost in the heat of the sans souci polka dots

    What is love?
    It’s Ramona who comes onto the field
    And, like a hoe on a strip show
    Moves it and shakes it for you
    She has high heels and a low ass
    A naked belly and she throw herself about
    She shakes her head like she was possessed
    Along with
    Her trustworthy girl friend

    Hey, excuse me, Miss
    I’m the king of the cellar
    Vampire of the vineyard
    Purloiner of the kitchen
    I am monarch and I am Bohemian
    If this is misery,
    I throw myself into it
    With the dignity of a rey

    What is love
    It’s an address on a cupboard
    Of a place overseas
    Which is far away
    Only before arriving
    You’re long since gone
    And I find myself sent
    In spite of myself
    Into the ancient circle of hell
    Here, damned
    Among the gods of the underworld of the bar

    What is love
    It's all that's left
    To split and fight over in the sieve
    Of the penultimate hour
    Some Estèr from Ravarino
    I dare to save
    From her destiny
    From the frozen roulotte
    Of lit up immigrants
    Of the sans souci band

    Hey, may I, Miss
    I’m the king of the cellar
    Vampire of the vineyard
    Purloiner of the kitchen
    I am monarch and I am Bohemian
    If this is misery,
    I throw myself into it
    With the dignity of a rey

    Hey, excuse me, Miss
    I’m the king of the cellar
    I twirl crooked
    Under the lights of the arch of Saint Rocco
    I am monarch and I am Bohemian
    If this is misery,
    I throw myself into it
    With the dignity of a rey

    Back To Top
  • L’uomo vivo

    Ha lasciato il calvario e il sudario
    Ha lasciato la croce e la pena
    Si è levato il sonno di dosso
    E adesso per sempre
    Per sempre è con noi
    Se il Padre eterno l’aveva abbandonato
    Ora i paesani se l’hanno accompagnato
    Che grande festa poterselo abbracciare
    Che grande festa portarselo a mangiare
    Ha raggi sulla schiena
    E irradia GIO-GIO-IA!
    Le dita tese indicano GIO-GIO-IA!
    Esplodono le mani per la GIO-GIO-IA!
    Si butta in braccio a tutti per la GIO-GIO-IA!
    E’ pazzo di gioia
    E’ l’uomo vivo!
    Si butta di lato, non sa dove andare
    Perchè è pazzo di gioia
    E’ l’uomo vivo
    Di spalla in spalla
    Di botta in botta
    Le sbandate
    Gli fanno la rotta
    Alziamolo di peso gioventù
    Facciamolo saltar
    Fino a che arrivi in cima, fino al ciel
    Fino a che veda il mar
    Fino a che veda che bellezza è la vita
    E mai dovrebbe finir
    Barcolla, traballa
    Sul dorso della folla
    Si butta
    Si leva
    Al cielo si solleva
    Con le tre dita
    La via pare indicare
    Nemmeno lui
    Nemmeno lui sa dove andare..
    Barcolla traballa
    Al cielo si solleva
    Con le tre dita
    Tre vie pare indicare..
    Perché è pazzo di gioia
    E’ l’uomo vivo
    Si butta di lato, non sa dove andare
    Di corsa a spasso va senza ritegno
    Va il Cristo di legno
    Non crede ai suoi occhi
    Non crede alle orecchie
    Nemmeno il tempo di resuscitare e subito l’hanno
    Portato a mangiare…
    Ha raggi sulla schiena irradia GIO-GIO-IA
    Si accalcano di sotto per la GIO-GIO-IA
    Esplodono le mani per la GIO-GIO-IA
    Lo coprono i garofani di GIO-GIO-IA
    Gioia viva gioia viva per noi
    Gioia viva gioia viva per noi…
    Di qua di là, no di qua…
    Di qua, no di là…Gio-IA! Gio-IA!!
    E’ PAZZO DI GIOIA..
    E’ L’UOMO VIVO
    Esplode la notte
    In un battimano
    Per il Cristo di legno
    Che Cristo com’era è tornato cristiano
    Barcolla traballa,
    sul dorso della folla…
    Fino a che arrivi in cima, fino al ciel
    Fino a che veda il mar..
    Fino a che veda che bellezza è la vita
    E mai dovrebbe finir…

    ---

    He has left Calvary and the shroud
    He has left the cross and the pain
    He has shaken off sleep
    And now for ever
    For ever he is with us!
    If the eternal father had forsaken him
    Now the peasants have accompanied him
    What a great joy to be able to embrace him
    What a great joy to take him to eat
    He has rays on his back
    And he radiates joy!
    His stretched-out fingers point to joy!
    The hands explode for joy!
    He leaps into people’s arms for joy!
    He’s crazy with joy
    He’s the living man!
    He throws himself aside he doesn’t know where to go
    Because he’s crazy with joy
    He’s the living man
    From shoulder to shoulder
    From blow to blow
    The skids
    Make his route
    Let’s lift him up bodily boys
    Let’s throw him up
    Till he reaches the top, the sky
    Till he sees the sea
    Till he sees what beauty life is
    And that it should never end
    He sways, he totters
    On the back of the crowd
    He throws himself
    He gets up
    He rises up to the sky
    With his three fingers
    He seems to point the way
    But not even he
    Not even he knows where to go…
    He sways, he totters
    He rises up to the sky
    With his three fingers
    He seems to point three ways…
    Because he’s crazy with joy
    He’s the living man
    He throws himself to one side, doesn’t know where
    to go
    Running, roaming, unrestrainedly
    Goes the wooden Christ
    He doesn’t believe his eyes
    He doesn’t believe his ears
    Not even time to come back to life and at once
    they’ve
    Taken him to eat
    He has rays on his back and radiates joy
    They throng below him for joy
    The hands explode for joy
    The carnations cover him with joy
    Joy let him live joy let him live for us
    Joy let him live joy let him live for us…
    This way that way, no this way
    This way, no that way… joy! Joy!
    He’s crazy with joy
    He’s the living man
    The night explodes
    In wild applause
    For the wooden Christ
    Formerly Christ, now Christian
    He sways he totters
    On the back of the crowd…
    Till he reaches the top, to the sky
    Till he sees the sea…
    Till he sees what beauty life is
    And that it should never end…

    Back To Top
  • S.S. dei Naufragati

    E venne dall’acqua
    Venne dal sale
    La penitenza
    Dall’amaro del mare
    E il comandante avanza
    E niente si puó fare
    Vuole una morte
    La vuole affrontare
    E lì l’attendeva
    Dove il sole cala
    Cala e non muore
    E l’acqua non lo lava
    E il demone lo duole
    Sui banchi d’acqua stregati
    Di olio e petrolio
    E il vento non alzava
    E il mare imputridiva
    Legati a un solo raggio
    Tutti presi in ostaggio
    Avanzavamo lenti
    Senza ammutinamenti
    Il comandante è pazzo
    E avanza nel peccato
    E il demone che è suo
    Adesso vuole mio
    Brinda con il sangue
    All’odio ci convince
    Che se è sua la barca che vince
    Dev’essere la mia
    E gli occhi non videro
    Non videro la luce
    Non videro la messe
    Che altri non l’avesse
    E il cielo fece nero
    E urlò la nube al cielo
    E s’affamò d’abisso
    Che tutti ci prendesse
    Oh madre mia
    Salvezza prendimi nell’anima
    Oh madre mia..
    Le ossa nell’acqua
    Anime bianche
    Anime salvate
    Anime venite
    Anime addolorate
    Che io abbia due soldi
    Due soldi sopra gli occhi
    Due soldi per l’onore
    Due monete in pegno
    Per pagare il legno
    La dura voga del traghettatore
    Vieni occhi di fluoro
    Vieni al tuo lavoro
    Vieni spettro del tesoro
    La vela tende, il vento se la prende
    La vela cade, le erinni allontanate
    E accesi sui pennoni
    I fuochi fatui
    I fuochi alati
    Della santissima
    Dei naufragati…
    Oh matri mia…
    Salvezza prendimi nell’anima
    Il tempo stremava
    L’arsura ci cuoceva
    Parlavamo a levare
    Il silenzio dal mare
    E il legno cedeva all’acqua suo pianto
    La vela cadde la sete ci asciugò
    Acqua, acqua, acqua in ogni dove
    E nemmeno una goccia,
    Nemmeno una goccia da bere
    E gli uomini spegnevano
    Spegnevano il respiro
    Spegnevano la voce
    Nel nome dell’odio che tutti ci appagò
    Il cielo rigò
    Di sbarre il suo portale
    Il volto di fuoco dentro imprigionò
    Lo spettro vedemmo
    Venire di lontano
    Venire per ghermire
    Nero di dannazione
    VitainMorte
    VitainMorte
    Quello era il suo nome
    Oh matri mia..
    Salvezza prendimi nell’anima
    Oh matri mia…
    Salvezza prendimi..
    Questa è la ballata
    Di chi si è preso il mare
    Che lapide non abbia
    Nè ossa sulla sabbia
    Né polvere ritorni
    Ma bruci sui pennoni
    Nei fuochi sacri
    I fuochi alati
    Della santissima dei naufragati….
    Oh santissima dei naufragati
    Vieni a noi
    Che siamo andati
    Senza lacrime
    Senza gloria
    Vieni a noi
    Perdon pietà

    ---

    And it came from the water
    It came from the salt
    Penitence
    From the bitterness of the sea
    And the captain advances
    And nothing can be done
    He wants a death
    He wants to face it
    And there death was waiting
    Where the sun goes down
    Goes down and doesn’t die
    And the water doesn’t wash him
    And the demon pains him
    On the banks of water enchanted
    With oil and petrol
    And the wind did not rise
    And the sea mouldered
    Tied to a single ray
    All taken hostage
    We slowly advanced
    Without mutiny
    The captain is mad
    And advances in sin
    And the demon who is his
    Now wants mine
    He toasts with the blood
    To hatred he convinces us
    That if the boat that wins is his
    It must be mine
    And the eyes did not see
    Did not see the light
    Did not see the harvest
    That others might not have it
    And the sky blackened
    And the cloud shouted to the sky
    And hungered for the abyss
    That all might take us
    Oh my mother
    Salvation take me in the soul
    Oh my mother
    The bones in the water
    White souls
    Saved souls
    Come souls
    Grieving souls
    That I may have two coins
    Two coins on my eyes
    Two coins for honour
    Two coins pawned
    To pay for the wood
    The ferryman’s powerful stroke
    Come fluoride eyes
    Come to your work
    Come spectre of treasure
    The sail tightens, the wind takes it
    The sail drops, the Furies repelled
    And burning on the yards
    Will-o’-the-wisps
    Will-o’-the-wisps
    Of our lady
    Of castaways
    Oh my mother…
    Salvation take me in the soul
    The weather exhausted
    The heat cooked us
    We talked to lift
    The silence from the sea
    And wood yielded its weeping to the water
    The sail dropped, thirst dried us
    Water, water, water everywhere
    And not a drop
    Not a drop to drink
    And the men grew weaker
    Their breath grew weaker
    Their voices grew weaker
    In the name of the hatred that appeased us all
    The sky furrowed
    Its portal with bars
    Imprisoned the face of fire within
    We saw the spectre
    Come from afar
    Come to seize in its claws
    Black with damnation
    LifeinDeath
    LifeinDeath
    That was its name
    Oh my mother
    Salvation take me in the soul
    Oh my mother…
    Salvation take me…
    This is the ballad
    Of one who took to the sea
    That he might have no tombstone
    Nor bones on the sand
    Nor return to dust
    But might burn on the yards
    In the sacred fires
    The winged fires
    Of our lady of castaways…
    Oh lady of castaways
    Come to us
    Who have gone
    Without tears
    Without glory
    Come to us
    Pardon, pity

    Back To Top
  • Ovunque proteggi

    Non dormo ho gli occhi aperti per te,
    Guardo fuori e guardo intorno
    Com’è gonfia la strada
    Di polvere e vento
    Nel viale del ritorno
    E quando arrivi
    Quando verrai per me
    Guarda all’angolo del cielo
    Dov’è scritto il tuo nome
    Ed è scritto nel ferro
    Del cerchio di un anello
    E ancora mi innamora
    E mi fa sospirare così
    Adesso e per quando
    Tornerà l’incanto..
    E se mi trovi stanco
    Se mi trovi spento
    Se il meglio è già venuto
    E non ho saputo
    Tenerlo dentro me
    I vecchi già lo sanno il perché
    E anche gli alberghi tristi
    Che troppo è per poco
    E non basta ancora
    Ed è una volta sola
    Ancora proteggi
    La grazia del mio cuore
    Adesso e per quando
    Tornerà l’incanto
    L’incanto di te
    Di te vicino a me
    Ho sassi nelle scarpe
    E polvere sul cuore
    Freddo nel sole
    E non bastan le parole
    Mi spiace se ho peccato
    Mi spiace se ho sbagliato
    Se non ci sono stato
    Se non sono tornato
    Ma ancora proteggi
    La grazia del mio cuore
    Adesso e per quando
    Tornerà nel tempo
    Il tempo per partire
    Il tempo di restare…
    Il tempo di lasciare
    Il tempo di abbracciare
    In ricchezza e in fortuna
    In pena e povertà
    Nella gioia e nel clamore
    Nel lutto e nel dolore
    Nel freddo e nel sole
    Nel sonno e nel rumore
    Ovunque proteggi
    La grazia del mio cuore
    Ovunque proteggi
    La grazia del tuo cuore
    Ovunque proteggi
    Proteggimi nel male
    Ovunque proteggi
    La grazia del tuo cuore

    ---

    I can’t sleep and my eyes are open for you
    I look outside and I look around
    How swollen the road is
    With dust and wind
    On the road back home
    And when you arrive
    When you come for me
    Look at the corner of the sky
    Where your name is written
    And it is written in the iron
    Of the circle of a ring
    And still it enraptures me
    And makes me sigh so
    Now and for when
    The spell returns
    And if you find me tired
    If you find me exhausted
    If the best has already come
    And I wasn’t able
    To keep it inside me
    The old already know the reason
    So do the sad hotels
    That too much is for a short while
    And is still not enough
    And is only once
    Still protect
    The grace of my heart
    Now and for when
    The spell returns
    The spell of you
    Of you beside me
    I have stones in my shoes
    And dust on my heart
    Cold in the sun
    And words are not enough
    I’m sorry if I have sinned
    I’m sorry if I have done wrong
    If I was not there
    If I did not return
    But still protect
    The grace of my heart
    Now and for when
    It returns in time
    Time to go
    Time to stay…
    Time to leave
    Time to embrace
    In riches and in health
    In sorrow and in poverty
    In joy and in celebration
    In grief and in pain
    In cold and in sun
    In sleep and in noise
    Everywhere protect
    The grace of my heart
    Everywhere protect
    The grace of your heart
    Everywhere protect
    Protect me in evil
    Everywhere protect
    The grace of your heart.

    Back To Top
  • Ovunque proteggi

    Non dormo ho gli occhi aperti per te,
    Guardo fuori e guardo intorno
    Com’è gonfia la strada
    Di polvere e vento
    Nel viale del ritorno
    E quando arrivi
    Quando verrai per me
    Guarda all’angolo del cielo
    Dov’è scritto il tuo nome
    Ed è scritto nel ferro
    Del cerchio di un anello
    E ancora mi innamora
    E mi fa sospirare così
    Adesso e per quando
    Tornerà l’incanto..
    E se mi trovi stanco
    Se mi trovi spento
    Se il meglio è già venuto
    E non ho saputo
    Tenerlo dentro me
    I vecchi già lo sanno il perché
    E anche gli alberghi tristi
    Che troppo è per poco
    E non basta ancora
    Ed è una volta sola
    Ancora proteggi
    La grazia del mio cuore
    Adesso e per quando
    Tornerà l’incanto
    L’incanto di te
    Di te vicino a me
    Ho sassi nelle scarpe
    E polvere sul cuore
    Freddo nel sole
    E non bastan le parole
    Mi spiace se ho peccato
    Mi spiace se ho sbagliato
    Se non ci sono stato
    Se non sono tornato
    Ma ancora proteggi
    La grazia del mio cuore
    Adesso e per quando
    Tornerà nel tempo
    Il tempo per partire
    Il tempo di restare…
    Il tempo di lasciare
    Il tempo di abbracciare
    In ricchezza e in fortuna
    In pena e povertà
    Nella gioia e nel clamore
    Nel lutto e nel dolore
    Nel freddo e nel sole
    Nel sonno e nel rumore
    Ovunque proteggi
    La grazia del mio cuore
    Ovunque proteggi
    La grazia del tuo cuore
    Ovunque proteggi
    Proteggimi nel male
    Ovunque proteggi
    La grazia del tuo cuore

    ---

    I can’t sleep and my eyes are open for you
    I look outside and I look around
    How swollen the road is
    With dust and wind
    On the road back home
    And when you arrive
    When you come for me
    Look at the corner of the sky
    Where your name is written
    And it is written in the iron
    Of the circle of a ring
    And still it enraptures me
    And makes me sigh so
    Now and for when
    The spell returns
    And if you find me tired
    If you find me exhausted
    If the best has already come
    And I wasn’t able
    To keep it inside me
    The old already know the reason
    So do the sad hotels
    That too much is for a short while
    And is still not enough
    And is only once
    Still protect
    The grace of my heart
    Now and for when
    The spell returns
    The spell of you
    Of you beside me
    I have stones in my shoes
    And dust on my heart
    Cold in the sun
    And words are not enough
    I’m sorry if I have sinned
    I’m sorry if I have done wrong
    If I was not there
    If I did not return
    But still protect
    The grace of my heart
    Now and for when
    It returns in time
    Time to go
    Time to stay…
    Time to leave
    Time to embrace
    In riches and in health
    In sorrow and in poverty
    In joy and in celebration
    In grief and in pain
    In cold and in sun
    In sleep and in noise
    Everywhere protect
    The grace of my heart
    Everywhere protect
    The grace of your heart
    Everywhere protect
    Protect me in evil
    Everywhere protect
    The grace of your heart.

    Back To Top